LE FANTASIE DI STEO CANZONI VIDEO AFORISMI POESIE
LE FANTASIE DI STEO
CANZONI
VIDEO
AFORISMI
POESIE
RACCONTI
FAVOLE
CRONOLOGIA LE ORIGINI
CRONOLOGIA 1965-1970
CRONOLOGIA 1971-1980
CRONOLOGIA 1981-1990
CRONOLOGIA 1991-2000
CRONOLOGIA 2001-2010
CRONOLOGIA 2011-2020
PUBBLICITA'
 

9 DICEMBRE 2005

2 APRILE 2016


24 FEBBRAIO 2007


24 SETTEMBRE 2000


28 AGOSTO 2000



 

Le parole riescono a comunicare non solo la concretezza del nostro essere ma ogni piccola, minima e allo stesso tempo enormemente importante, sfumatura. Dai tormenti dell'adolescenza, all'apparenza così miseri e semplici nel rileggerli all'alba della maturità, in realtà dilanianti e disperati nel viverli nell'età senza ragione; alla quiete della serena e controversa accettazione, pregna di consapevolezza e di un pizzico di rassegnazione dinanzi alle gigantesche realtà del comune vivere, soffrire, gioire e amare.



Il buio dell'affacciarsi agli anni dell'adolescenza, la paura di dover vivere in un mondo che non senti tuo, la speranza proveniente dall'amicizia, la condanna delle prime cocenti e strazianti delusioni del piccolo amore della gioventù. L'assenza. Il ritorno alla vita.


III MILLENNIO


La maturità colma di gioia, il nuovo confronto con dolori veri, le riflessioni sull'esistenza, sui sentimenti, sulle questioni della quotidianità che ignorandoci porta avanti un mondo che crede di non aver bisogno di noi.


7 

Florilegio sacro dedicato ai peccati capitali: Superbia, Avaritia, Luxuria, Invidia, Gula, Ira, Akedia.


IL MIRTO E LA FEDE 

La globalizzazione degli intenti, il duro confronto con la realtà che ci circonda nella sua spietata crudeltà alternata alle dolci carezze dell'amore e dell'intimità. La nuova consapevolezza della meravigliosa inutilità della vita, giusta da vivere!


SACRE E DIVAGAZIONI 


Quando l'età matura, le basi si solidificano, intorno a te tutto cambia immutato e gli unici problemi che continuano ad assiltarti sono solo materiali. Entri dentro a ciò che vedi e lo diventi, lo fai tuo intimo e lo puoi sentire, capire, accettare nella sua contradditoria incomprensibilità e ti accorgi che sei tu, è il mondo. E alla fine il mondo sei tu e puoi fare qualunque cosa, pregare o canticchiare una filastrocca, con amore. Se non è Amore, tutto il resto è silenzioso infinito vuoto.

 

 

PAROLE E MUSICA 


Dove la poesia si riempie di note e diviene canzone, dove la canzone si ammanta di poesia per poi lasciarsi andare incontro alla musica e farsi abbracciare completamente, l'evoluzione finale di un cammino lungo una vita. Dal timido silenzio pungente della poetica al fragore narcisista del mondo del pentagramma.

 

 

BIOGRAPHIE 1 - 1965 / 1989 

Una poesia per ogni anno, di me e intorno a me, i primi venticinque anni.



Site Map