AFORISMI     POESIE     RACCONTI     FAVOLE     CANZONI       

 

  …e liberaci dal male…

 

Porterò la Tua corona di spine o Signore

saprai Tu quando porla sopra la mia testa.


Stringo la tua mano

per vivere della tua pace

stringerò le mani degli altri

per diffonderla nel mondo.


La mia vita

è il Tuo dono

sia essa colma

di fatica che di letizia.


La gioia della preghiera

sta nel perdono e nella speranza.


Ci verrà a cercare ad uno ad uno

per donarci il Suo perdono

e portarci nella Sua casa.


C’è un Paradiso

perché c’è tanta gente

che merita di viverci.


Confondo la mia voce nel coro

sì che giunga a Te

un'unica invocazione di preghiera.


Non ci donerà Iddio

piaceri di avere

perché domani

il piacere più grande e ultimo

sarà infine essere.


La pazienza di Dio

è attendere

che Gli sia chiesto perdono.


Perdono

non si chiede con la bocca

ma con il cuore.


Solo con le preghiere

posso affrontare il dolore

accettarlo

e rinascere cresciuto.


Prego

perché in me ci sia la forza

di raggiungere ciò che chiedo.


Prendimi Signore

lascio che tu faccia di me ciò che vuoi

punisci i miei peccati

e infine monda la mia anima.


Rispondo con fervore alle Tue parole

non per sentire me

ma per lasciare che Tu entri dentro di me.


A che serve pregare

a che serve sapere a memoria

le Tue preghiere

se le parole vengono dalla mente

e non vengono dal cuore.


Prego

per diffondere il mio amore nel mondo

e lasciare che il tuo possa entrare in me.


La meraviglia del perdono divino

è che arriva

anche solo perché smetti

di fare del male.


Perdonami

non per ogni peccato compiuto

ma per ognuno di quelli pensati.


È quando la nostra vita

raggiunge l’apice dell’amore

che veniamo chiamati

a viverne una migliore.


Grazie

per averci dato la possibilità di scegliere

anche quando non siamo riusciti a vederla.


Ho bisogno di Te

proprio perché

credo di poter fare da solo.


Il perdono

è un regalo che arriva

anche solo per non aver commesso il fatto.


Perdona la mia ingenuità

e colpisci la mia rabbia.


Non può esservi redenzione

se alla fine della punizione

non c’è perdono.


Tutto il male

che rinuncerò di fare

sarà rivolto verso di me

a provarmi quanto ingiusto sarei stato.


La Tua parola

mi accompagna nel dolore

e solleva il mio cuore nella gioia.


Per quanto

possa coprirmi di vergogna

sarò sempre nudo davanti a Te.


Preghiamo per mano

perché la nostra

sia un invocazione di tutti

e non una richiesta di ognuno.


Chiesa

non è solo una fonte a cui attingere

ma anche un otre capiente

dentro cui versare.


Abbiamo creduto in Cristo

perché ci ha portato amore.


Più crederò

di essere degno e grande

più sarò misero e piccolo

al Tuo cospetto


C’è così tanto amore

che non posso fare a meno

di credere in Dio.


Tienimi la mano

e fammi camminare su di una strada

sassosa quanto Tu vorrai

ma che non mi impedisca

di giungere fino a Te.


C’è così tanto bisogno di amore

che solo con l’aiuto di Dio

possiamo donare al mondo

la briciola che c’è in noi.


Riporto la mia anima a Dio

sì che la renda di nuovo candida

con il suo perdono.


Puoi decidere di non credere

ma non puoi scegliere

di non essere amato da Dio.


Non posso cercare la verità

oltre la Tua parola

perché la fede è l’unica verità.


Chiedo perdono

per le grazie domandate

e ringrazio

per le piccole gioie a me donate.


Che la semplicità delle mie preghiere

possa addolcire

l’arroganza delle mie voglie.


Posso anche passare indenne

dalla giustizia dell’uomo

ma due sono le condanne

che non potrò  evitare

la mia e quella di Dio.


La carità

è un gesto di umiltà

di fronte al bisogno altrui.


Chiederò perdono

per i miei peccati

anche se non sarò in grado

di perdonare quelli degli altri.


Prego per le vittime

e per i carnefici.


Che Dio ci perdoni tutti

perché noi

non siamo in grado di farlo.


Non avrò mai pregato abbastanza

per quello che ho ricevuto.


Ciò che non avrò in questa vita

mi sarà donato in quella eterna.


Prego

per avere la forza di non avere.


Prego

per non chiedere di salire

ma di essere tirato su.


Abbi pietà di noi

abbi pietà delle nostre debolezze

abbi pietà delle nostre paure.


Scuoti ancora i nostri corpi

perché i nostri cuori

possano ancora ritrovare Te.


Non meriterò mai

ciò che ho avuto

se non perché

ho avuto fede in Te.


Abbi pietà di me

perché qualsiasi cosa mi chiedessi

non sarei capace di farla.


Prego

perché la preghiera

esaudisca le mie richieste

o le renda insipide.


Mi presenterò davanti a Dio

col mio fardello di peccati

e solo allora

sentirò quanto sono stati inutili.


La mano che tendo

è una richiesta d'aiuto

e un offerta d'amore.


Credere

non è avere

ma attendere

ciò che ci verrà donato.


La gloria nei cieli

è figlia della nostra sofferenza terrena.


Una mano tesa

verso chi ha bisogno

è testimonianza di fede.


Siamo così deboli

per questo ogni giorno Ti preghiamo

di non indurci in tentazione.


Grazie

in ogni mia preghiera.


Non ci sono preghiere o voti

sufficienti a ringraziarTi

per questa immensa vita.


Perdonami

per quello che ho fatto

e per ciò che farò.


Ogni mio peccato

una Tua lacrima

ogni Tuo perdono

un mio sorriso.


La grazia di Dio

è indurci in tentazione.


Gesù  è venuto a dirci che stiamo sbagliando

e noi sappiamo soltanto rispondere

che non è colpa nostra.


La mia gloria nei cieli

sarà tutto ciò che con fede

donerò agli altri.


La gioia del perdono

è meravigliarsi di averlo ricevuto.


La mia fede mi porterà davanti  Dio

i peccati piegheranno le mie ginocchia

l'Amore Divino purificherà la mia anima.


La fede

è nella lotta al male

non nel godere

dei piaceri del bene.


Le preghiere

che non avranno doni per me

ne porteranno al mondo.


Vivo della grandiosità del mondo

portandomi dietro le miserie

e donando loro

con umile pentimento

la mia carità.


Non è nell'onestà della mia preghiera

ma nella disperazione e nel pentimento.


Avrò fede

finché avrò vita

dopo ne farò parte.


Non avrei bisogno

di fare buone azioni

se solo smettessi di rubare.


Perdono

misericordia

amore

Dio

quanti modi per dire la stessa cosa.


È la tua carne

che ancora soffre

è il tuo sangue

che ancora scorre

per le strade del mondo.


L'unica guerra

che ci porterà fino a Te

sarà quella

che non combatteremo.


Sarà una carezza a chiedermi perdono

non uno schiaffo.


La carità

si fa con il cuore

non con le mani.


Dopo la preghiera il perdono

dopo il perdono la resurrezione.


Smetterò di peccare

ma non potrò mai cancellare i miei peccati.


La gioia vera

è sapere

che troverò sempre la Tua mano

tesa verso di me.


È l'attimo in cui crederò

che mi renderà libero

di sentirmi parte di te.


La preghiera

nasce dalla disperazione

per dare vita alla speranza.


La speranza

prende vita dalla preghiera

per assopirsi nella quieta accettazione.


La forza della fede

è nel non credere

che debba per forza essere così.


La forza della fede

è

che è!


La fede non è un giogo

ma la liberazione dell'anima.


In ogni lettura

in ogni passo

puoi trovare le tue pene

e i tuoi rimedi.


L'ammirazione nella fede

è sbalordire

davanti alla realtà del perdono.


Siamo uguali nella fede

quanto desideriamo distinguerci

nella miseria umana.


La tua presenza

è in ogni evento della vita

la tua essenza

in ogni atto d'amore.


Credo

perché Ti vedo ogni giorno.


La preghiera

è un ringraziamento

per ciò che vorremmo

anche se non ci sarà necessario.


Ti ringrazio

per ogni gioia

confido in Te

per ogni dolore.


Resisto

perché ho fede

ho fede

perché resisto.


Il mio debito

non potrà essere sanato

se non con amore

e con l'Amore Cristiano.


Perdoniamo gli altri

e impariamo a perdonare

anche noi stessi.


Dio

è l'essenza della nostra esistenza

la ragione di vita

il nostro fine.


Siamo venuti per amare

ce ne andremo amati.


Non saranno le mie parole

a portarmi al Tuo cospetto

ma la Fede e la Carità.


La mia preghiera comincia

dove finiscono le mie possibilità

e continua per ringraziare di averle avute.


Non importa che preghi il Paradiso;

se solo riuscissi a smettere di peccare.


Il mio ultimo peccato

sarà quello di pregare

per avere un attimo ancora di vita.


Prego

perché sono così debole

da non vedere oltre questa vita.


Non ci saranno punizioni

grandi quanto lo sarà il tuo perdono.

 

 

LE FANTASIE DI STEO