AFORISMI     POESIE     RACCONTI     FAVOLE     CANZONI       

 

 

Buon Compleanno

Credo che,
in ogni caso
sia il modo migliore per dirti
come e quanto.


Credo che,
nonostante tutto quello
che ci viene insegnato e consigliato,
gli atti che poi
davvero si compiono
sono realmente ciò che sentiamo,
quando questi vengono attuati
senza pensarci
senza pensare a nessuna conseguenza,
quando, come si dice,
si segue l'istinto.

I nonni viziano i nipotini
e i genitori si arrabbiano con loro
perché sarà sempre più difficile
dire di no a i piccoli.


Viziare
comporta il dover dare sempre di più.
Per questo non dormo la notte
perché me ne sto lì
a pensare
se potrò ancora darti di più
se avrò il tempo
se avrò il modo
se avrò le braccia per porgertelo
e le gambe per venire incontro a te a portarlo.

Lo so
lo so che non hai bisogno di questo
ma ne ho bisogno io.
Bisogno di dare
di dare a te
di darmi a te
per provare la gioia di sentirmi vivo.

In fondo, a cosa possono mai servire le mie mani
se non per dare pugni o carezzare te
a cosa mai potranno servire le mie gambe
se non per scappare o per correre da te
a cosa potrà mai servire il mio cuore
se non per dolersi o
amare te.

 

7 OTTOBRE 2004

IN OCCASIONE DELL'ANNUALE PRESENTAZIONE DI BREVI RACCONTI, L'ASSOCIAZIONE PRO ARTE "LA TORRE" DECIDE PER IL 2004 DI RACCOGLIERE I RACCONTI IN UNA ANTOLOGIA PRESENTATA ALLA"SALABLU" A SIGNA.

ALL'INTERNO DELL'ANTOLOGIA IL RACCONTO "IL GIORNO CHE SONO DIVENTATO PESCE" TRATTO DALLA RACCOLTA "GIGI PER IL MONDO".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le Origini 1965 1966 1967 1968 1969 1970 1971 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978 1979 1980

1981 1982 1983 1984 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000

2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014

LE FANTASIE DI STEO