AFORISMI     POESIE     RACCONTI     FAVOLE     CANZONI       

 

1974

 Ti stringi forte ai tuoi

a volte li ami

altre li odi

ma puoi farlo

perché sai

che al tuo risveglio

saranno ancora là

a tener ferma la terra

dove affondano le tue radici

fuori la piazza si scuote

giubilo e protesta

una nuova conquista

la famiglia adesso può frangersi

scomporsi e ricrearsi

restringersi o allargarsi

aperte le manette

del sacramento

la famiglia non è più un contratto

resta insieme solo per amore,

e la tua?

 

19 MARZO 1974

Ancora una volta una classica letterina, copiata oppure scritta sotto dettatura, non rispecchia certamente il rapporto con mio babbo, magari i miei desideri di allora. Generazione di burberi, a cui l'affetto è certamente mancato rendendoli incapaci di darne agli altri, prodighi di amore nel riuscire a mantenere il passo con i tempi e con tre figli sempre pronti a chiedere. No, non ci è mai veramente mancato nulla, abbiamo dovuto rinunciare, abbiamo sentito di rinunciare ma le rinunce più grandi le hanno fatte loro, per noi, noi che non ce ne siamo nemmeno accorti. Allora te la meriti tutta questa lettera, anche se non mi hai abbracciato, se non hai cantato o ballato con me. Ci sei sempre stato, insieme alla mamma, a dare a tutti noi quelle possibilità che ci apparivano dovute e normali ma che erano solo frutto dei vostri immensi sacrifici, Allora te la meriti e te la dedico ancora.

 

OTTOBRE 1974

A proposito di cose avute ma non dovute, associarsi al Club di Topolino può sembrare la più semplice ed innocua del mondo ma l'essere socio alla fine comportava solo il fatto di avere delle opportunità per esclusive attività riservate, chiaramente dietro un piccolo compenso. Sembrava piccolo solo perché i miei genitori erano disposti a pagarlo per me, ma non era lo stesso per tutti. E' stata la prima volta che mi sono trovato di fronte alla sconcertante realtà che gli altri non vivevano le mie stesse opportunità. Per scalare la gerarchia si dovevano trovare quattro nuovi soci da portare nel club, ognuno di loro avrebbe dovuto associarsi pagando la quota di 50 Lire e questo mi avrebbe elevato ad una qualifica superiore. Non ci sono riuscito, perché le 50 Lire che io spendevo per comprare un pacchetto di gomme gli altri bambini non le avevano. Rinunciai e allo stesso tempo persi il mio interesse per il club, probabilmente mi resi inconsciamente conto di quanto crearsi un cerchio sicuro intorno non ci difendeva dal mondo ma ci isolava dagli altri e dalla vita reale. Gli altri a volte possono spaventare ma la solitudine è pura paura.

 

25 DICEMBRE 1974

No, neppure questa è frutto del mio ingegno e sicuramente mamma e babbo non hanno creduto ad una sola di queste parole, ma il bene che racconta glielo volevo davvero e lo porto ancora nel mio cuore, per voi, grazie a voi.

 

Le Origini 1965 1966 1967 1968 1969 1970 1971 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978 1979 1980

1981 1982 1983 1984 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000

2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014

LE FANTASIE DI STEO